Qual è la differenza tra SLS e MJF?

Sommario

Vedi stampa

In questo post del blog, confronteremo le due tecniche più popolari basate su polvere: Selective Laser Sintering (SLS) e Multi Jet Fusion (MJF). Descriveremo le diverse tecniche e per cosa sono più adatte.

SLS – Sinterizzazione Laser Selettiva

SL è un metodo di stampa 3D che utilizza un laser ad alta precisione per fondere e legare polvere polimerica, come nylon o poliammide, in strati sottili per creare un modello solido. Il laser fonde la polvere polimerica in una sezione trasversale dei componenti in uno strato, quindi la piastra di costruzione viene abbassata e lo strato successivo di polvere viene posizionato sopra. Questo viene ripetuto finché l'intero oggetto non è completo.

SLS è una tecnologia molto popolare in Stampa 3D grazie al suo ampio volume di costruzione, all'ampia gamma di materiali e alla capacità di creare geometrie complesse e prototipi e parti funzionali. Può essere utilizzato per creare oggetti grandi e piccoli con elevata precisione e resistenza, e i materiali utilizzati sono spesso durevoli e flessibili. SLS è particolarmente adatto per la produzione di componenti che richiedono elevata resistenza, elevata precisione e buona resistenza chimica. Esempi di applicazioni includono l'industria automobilistica, l'industria aerospaziale e la tecnologia medica.

MJF - Fusione a getto multiplo

Fusione a getto multiplo, sviluppata da HP, è un'altra tecnologia di stampa 3D che, come SLS, costruisce oggetti in strati di polvere fusa. Invece di utilizzare un laser per fondere il materiale in polvere, MJF utilizza una tecnologia della testina di stampa che applica due agenti alle sezioni trasversali dei componenti come una tradizionale stampante su carta, quindi fonde quelle aree utilizzando una fonte di luce termica. Il processo viene ripetuto strato dopo strato fino al completamento dell'intera costruzione. Quando la scatola di costruzione contenente i componenti e la polvere si è raffreddata, la polvere viene rimossa dai componenti, che vengono poi sabbiati. La polvere rimanente può essere riutilizzata in misura molto elevata.

Uno dei vantaggi più importanti della MJF è la sua elevata velocità di stampa, che la rende ideale per la produzione di grandi serie. MJF può creare oggetti con dettagli e superfici molto fini e può anche gestire geometrie complesse. Tuttavia, il volume di costruzione è inferiore rispetto a SLS, il che può essere limitante in alcuni casi durante la produzione di parti più grandi.

Differenza visiva

Le stampe realizzate con SLS e MJF hanno molte somiglianze e non è sempre ovvio quale tecnica debba essere utilizzata e sia MJF che SLS sono molto adatte per piccole e grandi serie. MJF di solito produce parti con un nucleo nero o grigio scuro e una superficie grigio granulosa, mentre SLS di solito produce parti granulose bianche. Se si desidera che i dettagli siano colorati, i dettagli realizzati con MJF solitamente possono essere colorati solo di nero, mentre i dettagli realizzati con SLS spesso possono essere colorati in qualsiasi colore. Il vantaggio delle parti MJF colorate di nero è che eventuali graffi diventano neri e quindi non così visibili rispetto a SLS dove questi graffi erano diventati bianchi.

Conclusione

In definitiva, la scelta tra SLS e MJF dipenderà dai requisiti specifici e dagli usi del progetto. A causa delle differenze nel modo in cui funzionano le tecnologie, il prezzo è leggermente diverso ma per lo più molto simile. Pertanto, spesso è bene esaminare le possibilità ei prezzi di entrambe queste tecnologie in parallelo. Entrambe le tecnologie offrono possibilità impressionanti per la creazione di oggetti complessi e funzionali e continuano a guidare l'innovazione e la crescita nel settore della stampa 3D. Sia SLS che MJF vengono costantemente migliorati e adattati per soddisfare nuove esigenze e requisiti. Man mano che queste tecnologie vengono sviluppate e perfezionate, siamo sicuri di vedere ancora più materiali, applicazioni e possibilità entusiasmanti nella produzione additiva.

Sommario
Ultimo
I nostri social
un'immagine che rappresenta l'infiltrazione di 100% quando si ordina la stampa 3D
un'immagine che rappresenta l'infiltrazione di 0% quando si ordina la stampa 3D

Un programma CAD, che sta per "Computer-Aided Design", è una componente importante quando si tratta di ordinare stampe 3D per scopi industriali. I programmi CAD sono software specializzati utilizzati per creare modelli digitali dettagliati e accurati di oggetti, componenti o prototipi. Questi modelli digitali servono come progetti o progetti di base necessari per produrre oggetti fisici utilizzando la tecnologia di stampa 3D.

.STL (stereolitografia) è un formato di file utilizzato per rappresentare la geometria 3D, in particolare le superfici costituite da triangoli. È un formato comune nella stampa 3D e viene utilizzato per descrivere i modelli da stampare con stampanti 3D.

.STEP (Standard for the Exchange of Product Data) è uno standard per lo scambio di modelli 3D e dati di prodotto tra diversi programmi CAD (Computer-Aided Design). È un formato comune nell'industria e viene utilizzato per trasferire modelli 3D dettagliati di componenti e prodotti.